Costruire un Lazio “creativo”. 20 proposte per un’economia regionale della creatività

Costruire un Lazio creativoTra i designers, gli esperti di comunicazione e le imprese dei settori tradizionali del territorio c’è un dialogo capace di portare a realizzare prodotti innovativi e più competitivi? In un mondo in cui l’intreccio tra urbanistica, architettura e arte contemporanea è alla base di fenomeni ‘globali’ quali il Guggenheim di Bilbao, la scena creativa locale è volano di trasformazione urbana e sviluppo dell’offerta turistica? La pubblica amministrazione sta utilizzando la domanda pubblica in maniera ‘creativa’ per dare risposte efficienti ai bisogni dei cittadini? E ancora, su un piano solo parzialmente diverso, le Università e i centri di formazione contribuiscono a creare professionisti nei settori di specializzazione delle industrie creative locali? Gli operatori di queste industrie sono una comunità con una cultura ed una rappresentanza specifiche o una serie di individualità senza un ‘dialogo’ unitario con l’amministrazione? Nel ‘discorso pubblico’ di un territorio quanta attenzione si dà alla creatività rispetto a quella riconosciuta a settori più tradizionali dell’economia? […]

(Clicca il link al pdf per leggere la versione completa Costruire un Lazio “creativo”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...