Il design “in” politica. Passi per un’amministrazione design-thinking

design in politicaRagionando di politica e design non possiamo non guardare all’Europa. Dobbiamo farlo, anzi. C’è, infatti, una strategia chiara che ci viene dalla Commissione e che si è progressivamente fatta più nitida nel corso degli anni più recenti. Sospinta da risultati che parlano di un aumento dei profitti del 50% per le imprese che investono in design sul lungo periodo, da una forza lavoro di 400 mila professionisti, da una sempre maggiore attenzione al tema da parte delle pubbliche amministrazioni più avanzate, l’Unione ha affrontato con decisione il dossier design. È importante, per cogliere pienamente questo cambiamento, capire subito dove lo ha collocato. Rileva, infatti, che il design sia considerato nell’ambito della politica per l’innovazione. Significa che la Commissione lo ha considerato al cuore della Strategia Europa 2020, in una posizione che lo pone sotto una luce molto precisa e in un punto molto alto della gerarchia comunitaria. Non era affatto scontato. È una scelta che testimonia in sé il cambiamento di prospettiva che si registra attorno a questa materia. Ma non è il solo indicatore. […]

(Clicca il link al pdf per leggere la versione completa Design_e_politica_19_12 (1))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...