FullSizeRender-9

Il lavoro di questi primi trenta mesi di Governo della Regione trova un’importante conferma oggi. Sia la parifica con rettifiche formali decisa dalla Corte dei Conti, sia i risultati comunicati dal’ISTAT parlano di una Regione in cambiamento: con i conti in ordine e un’economia che riprende un cammino di crescita (+1.4%) e di nuova occupazione (+3%).
Sono risultati che pongono il Lazio in vetta alle regioni italiane e che sono figli di tanti passaggi fatti di questi mesi. Penso, tra gli altri, all’immediata attivazione di una collaborazione con il Governo per arrivare al pagamento tempestivo dei fornitori. Penso all’essere stati tra le prime regioni Italiane nell’attivazione dei Fondi Europei. Penso alla velocità con cui sono stati spesi i fondi comunitari 2007-2013 che rischiavano di tornare a Bruxelles.E si potrebbe continuare. Quel che mi sembra stia emergendo, come già ci avevano detto le Agenzie di rating, è che finalmente il Lazio sta diventando una regione ‘per’ l’economia: una regione che programma, investe, paga in tempo i fornitori. Sono buone notizie che vanno accolte senza trionfalismi.

Il lavoro da fare è ancora enorme, ma la decisione delle Corte dei Conti e le analisi dell’Istat dicono, con molta chiarezza, che siamo sulla strada giusta