Ci sono anche due realtà romane – Translated, che lavora nel campo delle traduzioni on-line, e Octo Telematics, produttrice di mini scatole nere installate dalle compagnie assicurative – tra i possibili 50 ‘unicorni’ europei. Sono le uniche italiane inserite nella classifica del Growth 50, lo studio annuale della piattaforma Tech Tour che analizza le 50 startup tecnologiche europee potenzialmente in grado di superare il miliardo di dollari di valutazione. È una notizia che dimostra ancora una volta le potenzialità della nostra città nei settori innovativi e che ci spinge a sostenere con sempre maggiore convinzione le politiche per le startup intraprese dalla nostra Regione con il programma “Startup, Lazio!”.