Oggi all’Appia Day organizzato da Legambiente il Ministro del Rio ha ribadito che il GRAB, il Grande Raccordo Anulare delle Bici, è una delle infrastrutture nazionali della mobilità sostenibile. E’ una indicazione importante: per Roma e non solo. Prima di tutto perché l’infrastruttura potrà usufruire dei finanziamenti previsti dalla  legge di stabilità 2016 e la sua realizzazione –  insieme al potenziamento della rete delle  piste ciclabili, a partire da quella della Nomentana, ed alla rete dei parcheggi sui nodi di scambio – permetterà un passo avanti importante per la mobilità ‘dolce’ della Città e per l’attivarsi di un nuovo turismo per la capitale. E’ poi un atto emblematico di una scelta molto chiara del nostro Paese verso un cambiamento nelle forme di trasporto. Una scelta che va nella direzione delle grandi città del mondo e che sempre più romani chiedono di intraprendere.