Creatività e FabLab segno di un Lazio che cambia

Il finanziamento, grazie al Fondo della Creatività, di 40 startup in un settore strategico come quello delle industrie creative. Un programma per portare nelle scuole Stampanti 3 D, scanner e formazione per alunni e insegnanti (qui il mio articolo e la mia proposta su questo tema). Sono due notizie che dicono di quanto la Regione Lazio stia puntando su creatività, nuove tecnologie, formazione, nuove generazioni.

C’è da costruire il modello di sviluppo del futuro ed è quindi cruciale rafforzare le basi di un settore come la creatività che nella nostra regione significa l’8% del PIL e mettere i nostri ragazzi nella condizione di competere e collaborare con i loro coetanei di tutto il mondo. E non è un caso che queste iniziative siano state ispirate da modelli stranieri. Un segno molto chiaro di come questa Regione guardi a quel che accade nel mondo e cerchi di imitare le esperienze migliori. Un ultimo punto da sottolineare: bisogna far sapere ai ragazzi che avranno laboratori 3 D nelle loro scuole grazie ai Fondi strutturali 2014-2020, perché capiscano che Europa è opportunità. Si ricostruisce anche così, su basi molto concrete, una coscienza europeista.

Add a Comment