Il bilancio 2017 presentato oggi dal Presidente Zingaretti e dall’assessore Sartore ha tre anime che parlano un linguaggio molto chiaro. Ci sono l’attacco alle diseguaglianze, il rafforzamento delle infrastrutture, le misure per far ripartire la crescita. Ma non è solo un bilancio che tocca questi tre aspetti centrali per il futuro della nostra regione. È anche un preciso punto di svolta. Quest’anno, dopo l’abolizione della quota regionale del ticket sanitario, con il bilancio cala anche la pressione fiscale, con l’abbassamento dell’IRPEF. E la diminuzione si concentra sui redditi più bassi, con maggiore progressività: 107 milioni di tasse regionali che tornano ai cittadini. È un risultato frutto di anni di gestione attenta delle finanze regionali.

E che l’annuncio arrivi il giorno dopo il giudizio di parifica della Corte dei conti dice più di tante parole cosa sta cambiando nella Regione. Dalla settimana prossima comincia il lavoro in Consiglio Regionale, un lavoro che faremo con la serenità e la consapevolezza di quanto fatto in questi quattro anni di lavoro e della qualità dell’azione di governo messa in campo da questa esperienza politica.