Con Laura Biagiotti scompare un’imprenditrice coraggiosa e illuminata che ha portato sui mercati globali la qualità creativa del nostro territorio. Ha saputo anticipare i tempi, muovendosi per prima su mercati come quello cinese. E ha contribuito al successo di Roma, anche impegnandosi nel recupero di monumenti storici come la scalinata del Campidoglio e le fontane in piazza Farnese. Non si può non pensare con rammarico al fatto che Laura Biagiotti non vedrà svolgersi al Marco Simone, la sua creatura alle porte di Roma, la Ryder Cup 2022, una delle manifestazioni sportive più importanti nel panorama internazionale. Un lascito, anche questo, per molti versi emblematico del rapporto aperto e coraggioso tra il nostro territorio e il mondo che Laura Biagiotti interpretava con eleganza e tenacia.