Ho partecipato questa mattina al convegno in ricordo di Paolo Leon, organizzato al Maxxi a Roma. Paolo Leon è stato un economista che prima degli altri ha capito il valore economico della cultura. Un uomo aperto al cambiamento, pioniere dell’economia della cultura, intellettuale sempre impegnato per uno Stato più moderno. Per me è stata l’occasione per parlare di come la creatività stia cambiando il modo di fare amministrazione in molte tra le realtà più moderne ed innovative. Penso a quelle dei Paesi che hanno capito che il design thinking, i videogiochi, la grafica, la comunicazione, sono strumenti essenziali per costruire istituzioni capaci di parlare e ascoltare i cittadini e più efficienti nel risolvere i loro problemi. È una pista di lavoro che credo sarebbe interessata a Paolo Leon.