Con Carla Fendi scompare un simbolo italiano e di Roma nel mondo. Una protagonista della moda che ha sempre guardato a nuovi orizzonti e anticipato i tempi, una mecenate che ha aiutato a ‘produrre’ cultura, una personalità che ha tenuto ferme le sue radici e quelle della sua famiglia nella nostra città. Il tutto con un filo che è stato quello del valore della bellezza, del rapporto tra la dimensione artigiana e mercati sempre più globali. E’ una perdita che rattrista e lascia un vuoto, ma deve anche spronare ognuno di noi a fare il proprio lavoro con più attenzione all’eccellenza, più creatività e più amore.