Si è appena chiuso il bando per scegliere la prima Città della Cultura della Regione Lazio: 28 sono le domande arrivate, ben 73 i Comuni che hanno partecipato – molto spesso scegliendo di collaborare nella presentazione del progetto. E’ un ottimo risultato e ci conferma che c’era bisogno di questo nuovo istituto. La competizione ha infatti attivato la capacità progettuale dei comuni e ha visto il coinvolgimento di molti altri attori. Come promotore della legge che ha istituito la Città della Cultura della Regione Lazio sono molto soddisfatto e penso che dobbiamo continuare su questa strada, potenziandola negli anni davanti a noi. Le esperienze internazionali dimostrano infatti che ‘essere’ Città della Cultura ha precisi effetti, molto positivi: attiva nuovi flussi turistici, rafforza il senso di identità e di appartenenza nella popolazione, contribuisce alla creazione di un brand cittadino vicino ai temi della cultura, della creatività e della sostenibilità. Tutte cose importanti per il Lazio e i suoi comuni e in piena sintonia con altre iniziative della Giunta Zingaretti, a partire da quel programma “Visit Lazio” che ha l’obiettivo di far scoprire il Lazio meno conosciuto. Voglio ringraziare l’Assessore alla Cultura Lidia Ravera e lo staff dell’assessorato per tutta la collaborazione al processo e per il lavoro che stanno svolgendo. Ora parte la valutazione per scegliere il progetto e individuare la Città della Cultura 2018 nel Lazio. Vinca la migliore.