C’e’ ancora poco tempo per raggiungere le firme necessarie a far passare il referendum consultivo promosso dai radicali sull’affidamento tramite gara del servizio di trasporto pubblico locale a Roma e ci vuole l’impegno di chi è interessato ad affermare in città valori come concorrenza, innovazione, competitività. Per questo sono contento che abbiano dato la loro adesione operatori della nuova economia romana come Luigi Capello (LVenture), Gianmarco Carnovale (Roma Startup), Aleardo Furlani, Andrea Granelli, Marco Guarna (Digital Magics), Peter Kruger, Nicola Mattina, Alessandro Nasini (Maple), Marco Trombetti e accademici come Carlo Alberto Pratesi. Tutti protagonisti di un sistema delle startup che sta crescendo negli ultimi anni e che rappresenta una delle realtà più dinamiche della scena economica cittadina. Un segno della volontà di cambiamento che c’è in città e dell’attenzione con cui è seguita questa iniziativa referendaria che parla di Europa, di innovazione e di una modernizzazione possibile.