Più di due anni fa ho depositato in Consiglio regionale la mozione per istituire un gruppo di lavoro sul Nudging, la tecnica di regolazione ‘gentile’ che unisce diritto ed economia comportamentale e che si sta velocemente diffondendo nelle amministrazioni pubbliche più avanzate. Ed è con soddisfazione che saluto oggi la prima riunione del gruppo di lavoro incaricato di portare il Lazio su questa strada. Sembra una cosa lontana ed ‘esotica’ il Nudging. Non lo è. È un modo di ‘fare amministrazione’ che in tutto il mondo sta portando cambiamenti virtuosi che significano, per fare alcuni esempi, indurre i cittadini ad un’alimentazione più sana, ad un maggior rispetto degli obblighi fiscali, a più donazioni di organi. E naturalmente molto altro. La Commissione europea si è incamminata su questa strada e il recente Nobel a Richard Thaler, economista che ha ‘inventato’ insieme al giurista Cass Sunstein questa linea di lavoro, è una spinta perché il nudging si affermi anche in Italia. L’avvio di questo gruppo di lavoro – che si concentrerà su tre ambiti specifici: fiscalità, sanità e protezione civile – dimostra che in Regione Lazio siamo all’avanguardia ed è un altro bel segno del cambiamento.

 

 

[wpvideo tXGdcI27]