Dalla Regione due nuovi bandi per far correre le imprese

Due nuovi bandi della Regione Lazio su artigianato e internazionalizzazione delle Pmi, che toccano due punti cruciali per l’impresa laziale: favoriscono il dialogo tra aziende tradizionali e creative e ne sostengono l’internazionalizzazione.

Il primo bando stanzia 3 milioni di euro per le imprese artigiane, con l’obiettivo di migliorarne la competitività investendo su innovazione e creatività. Tra gli interventi finanziati ci sono per progetti di marketing, design, e-commerce, o per l’adozione di nuovi materiali o nuove tecnologie per modificare i processi produttivi. In poche parole un’impresa artigianale tradizionale che voglia migliorare la propria azione grazie a servizi creativi potrà avvalersi, ad esempio, di una consulenza tecnica per acquisirli. Una bella opportunità per molti creativi e, ovviamente, per le imprese tradizionali. La domanda potrà essere compilata a partire dal 6 febbraio p.v. e presentata a partire dal 22 febbraio. Il “voucher” per i servizi creativi, in particolare, è una misura che propongo da tempo e sono contento che, in questa forma, sia arrivata a destinazione. Ci sono esempi importanti in Europa e bene che la nostra Regione abbia seguito questa strada.

Il secondo bando stanzia 2,2 milioni di euro per sostenere l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese del Lazio: per partecipare a fiere o saloni internazionali, progettare eventi promozionali, per servizi specialistici e per sostenere le spese per realizzare vendite all’estero. Anche in questo caso possono accedervi anche imprese creative. In questo caso la domanda per partecipare a questo bando potrà essere compilata a partire dal 13 febbraio e presentata a partire dal 1 marzo.

Queste risorse confermano l’attenzione dell’Amministrazione Zingaretti ai temi dell’innovazione e della creatività e rappresentano l’ennesimo segnale della marcia di questi anni verso un sistema imprenditoriale più aperto.

Qui tutte le info sui bandi.