“Ho conosciuto Roberto Battiston e ne ho apprezzato qualità personali, attitudine organizzativa, capacità di mettere il nostro Paese in un sistema di relazioni internazionali del massimo livello. Ne ho colto l’attenzione costante al dialogo tra ricerca, impresa e istituzioni: uno dei punti nodali per il futuro italiano. Ed è anche frutto di questo sguardo la collaborazione avviata tra Regione Lazio e Agenzia Spaziale Italiana a favore delle start up nel settore aerospaziale, un programma che è un bell’esempio, molto concreto, di collaborazione tra istituti di ricerca e amministrazioni territoriali in un ambito strategico per le politiche per l’innovazione.

Sono questi i motivi per cui mi dispiace molto la decisione del ministro Bussetti. Anche per il segnale che dà nei confronti di un mondo – quello della scienza e della ricerca – che ha più di tutto bisogno di rispetto delle capacità professionali e scientifiche e di una visione profondamente radicata nell’economia e nella società italiana. Questioni che vogliono – per il domani del nostro Paese, per la reputazione dei nostri centri di ricerca – il prevalere di soli criteri di merito e professionali. In ogni scelta.”

Così Gian Paolo Manzella, assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio.