“Oggi al Wegil un bell’incontro sulla libertà di stampa, organizzato dalla Regione Lazio e dalla Consulta degli Studenti di Roma. Con il consigliere regionale Daniele Ognibene, il presidente della Consulta, Samuele Lucidi, Carlo Picozza, dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio e Marino Bisso, della Rete NoBavaglio, abbiamo promosso su questo tema così attuale un bel dibattito tra studenti e giornalisti. Il risultato è andato oltre le aspettative.

Hanno risposto alle domande, molto puntuali, di 350 ragazzi, il direttore de L’Espresso, Marco Damilano, quello di Radio Capital, Massimo Giannini, e i giornalisti de L’Espresso, Floriana Blufon, e di Mediaset, Pietro Suber: quattro professionisti di grande livello che hanno portato la loro voce a tutela della libertà di stampa. Un bel segnale dell’attenzione che viene data al radicare questa libertà nei cittadini del futuro. Nel Lazio – dove si registrano ancora troppi casi di minacce ai giornalisti – è un passaggio ancora più necessario.

Noi siamo da questa parte, siamo una Regione che riconosce nel proprio Statuto l’importanza e il valore di questa libertà, siamo e saremo in prima linea per tutelarla da ogni tipo di aggressione e per garantire con la nostra azione il pluralismo dell’informazione.”

Così Gian Paolo Manzella oggi al margine dell’incontro: “Libertà di stampa garanzia della democrazia. Chi vuole mettere il bavaglio all’informazione?”