“Seguiamo con attenzione l’evolversi della situazione relativa all’impatto sulla FCA di Cassino delle scelte governative; si tratta di un sito produttivo che, con oltre 4.300 occupati, è un asset industriale strategico del nostro territorio e che è il perno di un indotto di più di 10mila lavoratori, cruciale per il nostro futuro e per la competitività del nostro territorio.

Il punto è chiaro. Dobbiamo evitare che scelte in sé ‘giuste’, come quella di promuovere automobili sempre più sostenibili, abbiano implicazioni gravi per un settore strategico per la nostra economia come quello dell’auto. E quindi chiediamo scelte politiche che non siano fatte ‘in provetta’ ma condotte nel confronto con gli operatori del settore e con attenzione alle conseguenze concrete sul tessuto produttivo e sulle scelte di investimento di FCA. E chiediamo anche, in caso, margini di gradualità nell’implementazione delle misure.

Si facciano quindi scelte senza ideologismi e superficialità, si valutino le ricadute e si dia a FCA il tempo necessario per completare gli investimenti e arrivare a essere competitiva sui segmenti dell’auto ‘sostenibile’. Noi come Regione continuiamo il lavoro a sostegno di questo stabilimento, lavorando sulle infrastrutture e per assicurare sempre maggiore competitività.”

Così Gian Paolo Manzella, assessore regionale allo Sviluppo Economico, oggi, a margine della manifestazione davanti ai cancelli dell’impianto produttivo Cassino Plant di Fca a Piedimonte San Germano.