Amatriciana, la sagra batte pioggia e sisma =

Ma la sagra degli spaghetti all’ amatriciana fa comunque il pieno

di Marzio Mozzetti per il Messaggero Rieti, 2 settembre 2019

Tutti alla «Sagra degli Spaghetti all’Amatriciana» nonostante la pioggia ed il terremoto che nella notte tra sabato e domenica è tornato a far paura e scuotere le coscienze di molti. Ma la kermesse gastronomica pare non avere risentito e si è chiusa ieri sera con il tradizionale spettacolo musicale. Ancora troppo presto per fare bilanci definitivi, ma calcolando il meteo non certo favorevole, anche ieri una lunga fila di persone non si è voluta perdere un piatto di Amatriciana e la visita alle attività commerciali e ai mercatini, in quella che è la manifestazione che tradizionalmente chiude il periodo delle festività estive nel territorio. Anche il sisma accaduto nella notte e distintamente avvertito nell’amatriciano, non è riuscito ad intaccare l’appeal della «Sagra degli Spaghetti all’Amatriciana». Ieri mattina un fuori programma davvero particolare, con le «sculture» di anguria realizzate da Claudio Mazza, presidente della Pro loco di Pomezia e del Consorzio Pro loco Antiche Vie di Roma. Due in particolare hanno colpito l’attenzione dei passanti, una con gli spaghetti all’amatriciana e l’altra in cui Mazza ha riprodotto l’orologio della torre civica con la lancetta ferma alle 3.36. Presente anche ieri l’assessore regionale alla ricostruzione Claudio Di Berardino, accompagnato dall’assessore regionale allo sviluppo Gian Paolo Manzella.

Add a Comment